BLOG

18/06/2016

Artigianato e creatività, tra passato e futuro

Artigianato e creatività, tra passato e futuro

Iniziare un viaggio nella realtà FamaGroup significa innanzitutto immergersi in atmosfere che arrivano da lontano e che si proiettano nel futuro con la consapevolezza di un'esperienza e di una tradizione importantissime.

Due aziende che affondano le radici negli anni ’50 del secolo scorso, si sono incontrate nel cammino verso una globalizzazione densa di difficoltà, ma anche di opportunità.

La sfida per chi si ritrova nel 2010 nel pieno di una crisi mondiale e una pervasiva contrazione dei mercati, diventa l’approccio controtendenza: affrontare il calo di vendite e commesse proponendo qualità e ricerca, in un settore, quello dell’artigianato d’alta qualità, che vacilla per la spietata concorrenza che arriva da aree del mondo aggressive e pronte all’assalto dei mercati tradizionali.

E per elaborare una strategia per il futuro, FAMA decide di rileggere e re-interpretare il suo passato.

I prodotti destinati all’arredamento degli ambienti sono il frutto di una costante ricerca di nuovi design, ma la personalità di ogni singolo pezzo progettato e prodotto deve essere dotata di una caratteristica fondamentale: ogni pezzo è unico, anche se riproducibile.

E’ questa la chiave di volta.
Si chiamano a raccolta conoscenze, competenze, passioni e si decide di affrontare ogni singola commessa, ogni nuova opportunità, come una sfida e un ponte verso il futuro.
La lavorazione del legno e le tecnologie per ottenere oggetti in legno, sono rimaste quasi del tutto invariate per secoli ed hanno invece subito rapidi cambiamenti nell’ultimo secolo, con l’introduzione di nuovi macchinari.

Quello che invece resta insostituibile è il lavoro manuale dell’artigiano, la sua esperienza, la sua capacità di vedere realizzato il suo progetto, ancor prima di costruirlo.


MediumSegui su Medium